La Canzone di Prévert

Secondo la Canzione "La Chanson de Prévert"
Di Serge Gainsbourg

La Chanson de Prévert

Anno di realizzazione : 1997
Legno utilizzato : Pero
Dimensioni : Larghezza : 125 cm / Altezza 180 cm (Senza la cornice)

Un piano, sulla sinistra, sgrana le sue note che svegliano la memoria dell'uomo che cammina. La donna rappresenta la sua memoria che progetta nello spazio un volo di fogli morti che simboleggiano i ricordi. Il faro e la barca suggeriscono "il vento del largo" che amplifica il movimento. Questo bassorilievo attinge tanto bene la sua sorgente nelle parole che nella musica della canzone "La Chanson de Prévert" del cantautore francese Serge Gainsbourg.

In novembre 1997, sotto la guida di Bernard Corboz, poeta albanese (nome dato agli abitanti della città di Albens in Francia) e di Martine Claret, responsabile della cultura ad Albens, una serata "Scultura e Poesia" in omaggio a Jacques Prévert era stata organizzata dalle commissioni di animazione e culturale della municipalità di Albens in presenza peraltro degli artisti della Società dei Poeti ed Artisti di Francia (SPAF) e di Jocelyne Guaraldo, la responsabile regionale della detta SPAF.

Accesso all’album foto dedicato al bassorilievo cliccando qui.

1 voto. Media di 5.00 su 5.

Aggiungi un commento

Codice errato! Riprovare