Gli Stagni di Beaumont, Crosagny, il suo mulino…e il suo cammino

Crosagny beaumont chemin

Gli stagni di Baumont e di Crosagny si trovano a mi-distanza tra Aix-les-Bains ed Annecy. Si trovano a cavallo su due dipartimenti : la Savoia e l'Alta Savoia, i comuni riguardati sono Albens, St-Félix e Bloye (Francia).
Questi due stagni hanno una superficie di 23 ha, sapendo che quello di Baumont ha una superficie del doppio di Crosagny, ed è occupato in grande parte per la vegetazione. Crosagny, coi suoi 8 ha, presenta una superficie in acqua libera di 4,3 ha (di cui 1,3 ha di un pezzo solo) e nove isolette.
Alimentato dal ruscello Bresset, Baumont si scarica in Crosagny al livello di 
"Les Entremis". L'insieme di queste acque dà a valle nascita al Deysse, affluente del fiume Sierroz che si getta nel lago del Bourget.

Il sito è una zona umida composta di una rete di stagni e di paludi di interesse europeo per il loro patrimonio naturale (Natura 2000). Un osservatorio permette di ammirare la bellezza dei luoghi e di scoprire gli uccelli che nidificano o arano sullo stagno di Crosagny. Un mulino costruito al XVIIe secolo ricorda l'intensa attività sociale ed economica del sito durante parecchi secoli e fino all'inizio degli anni 1960.

Moulin2Il vecchio mulino, ad alcuni metri dello stagno di Crosagny...

Etang de crosagny 5

Lo stagno di Crosagny oggi...

Etang de crosagny 7
 

Etang de beaumontLo stagno di Beaumont oggi...

Una particolarità dell'evoluzione in mezzo rurale : Ad un'epoca dove nessuno parlava di turismo, il circuito intorno ai due stagni era frequentato molto dai pescatori, cacciatori, passeggiatori a piedi, turisti... L'accesso era libero, le strade aperte. Da quando si vanta di riabilitare il sito, di sviluppare il turismo, l'accesso su una grande porzione del circuito è chiuso...!!!!!

CheminIl  cammino dello stagno...

Chemin 2
...la presenza di un filo spinato che troneggia nel suo mezzo...
 

Accesso all’album foto dedicato agli stagni di Crosagny, di Beaumont così come al mulino ed alla strada che conduce agli stagni cliccando qui.

Notizie supplementari disponibili sul sito dell'Ufficio di Turismo di Albens.

Nessuna nota. Siate i primi a dare!

Aggiungi un commento

Codice errato! Riprovare